Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DST Dipartimento di Scienze della Terra

RaggiX

RESPONSABILI LABORATORIO:

Pierluigi Parrini 

Dott.ssa Elena Pecchioni 

 

TARIFFARIO:

TARIFFARIO raggi-x 2013.pdf

 

DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA'

Nel Laboratorio a raggi X vengono svolte analisi mineralogiche tramite diffrattometria a raggi X su materiali naturali ed artificiali per la determinazione qualitative e semi-quantitative di fasi cristalline e di altre caratteristiche fisiche, quale ad esempio la cristallinità. Viene effettuata l’analisi di qualsiasi materiale cristallino, nello specifico vengono analizzati:

- minerali e rocce,

- composti asbestosi,

- verifica di cristallinità della silice,

- vetri,

- ceramiche,

- cementi,

- prodotti farmaceutici,

- scorie,

- reperti ossei,

- residui organici cristallini.

- frazione granulometrica inferiore a 2-4 microns, per l’dentificazione dei minerali argillosi.

Vengono inoltre effettuate analisi chimiche con lo spettrometro per fluorescenza X a dispersione di lunghezza d’onda. Questo consente di determinare qualitativamente e quantitativamente la composizione chimica elementare di diversi materiali. I campioni solidi vengono normalmente polverizzati, omogeneizzati (per mantenere la valenza statistica del campione originario) ed inglobati in pasticche con supporto in acido borico. Sono in corso consolidate routine per l’analisi quantitativa degli elementi maggiori e in tracce (utilizzo di opportune curve di calibrazione) delle rocce e per i metalli pesanti nei suoli. Sono state inoltre messe a punto apposite metodiche per l’analisi di composti carbonatici e gessosi.

Elementi maggiori: Na, Mg, Al, Si, P, K, C,Ti, Mn, Fetot (espressi in %).

Elementi in tracce: Nb, Zr, Y, Sr, Rb, Ce, Ba, La, Ni, Cr, Co, U, Th, Cu, Zn,, Sn, Pb, (espressi in ppm).

Il Laboratorio è provvisto di una serie di standards internazionali per le necessarie procedure analitiche.

 

Il laboratorio si occupa di analisi su opere d’arte (collaborazione con Opificio delle Pietre Dure, Sovrintendenza Ditte esterne, Università italiane e straniere ecc.), collaborazione con importanti l’industrie italiane e straniere su analisi dei materiali sia nel campo ambientale che tecnologico, analisi su materiale sanitario con aziende che si occupano di ambienti di lavoro, prodotti farmaceutici di case produttrici e controllo di qualità, analisi di materiali artificiali (malte e cementi).

 

 

STRUMENTI IN DOTAZIONE PRESSO IL LABORATORIO:

 

Il Laboratorio a raggi X del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze è costituito da:

  1. Diffrattometro a raggi-X per polveri Philips Modello PW 1050/37 con tubo ad anticatodo di rame e monocromatore a grafite, interfacciato con computer su cui è installato il software X’PERT PRO della PANalytical;

  2. Diffrattometro a raggi X per polveri Philips Modello PW 1050/37 con tubo ad anticatodo al rame e monocromatore a grafite, interfacciato con computer su cui è installato il software X’PERT HIGHSCORE della PANalytical;

  3. Diffrattometro a raggi X per polveri Philips Modello PW 1840/11 con tubo ad anticatodo di rame e monocromatore, a registrazione cartacea;

  4. Spettrometro per fluorescenza raggi X Philips PW 1480 a dispersione di lunghezza d’onda (tubo al rodio), con porta campioni automatico provvisto di 99 posizioni di caricamento.

  5. Il laboratorio è attrezzato per la preparazione di campioni per l’analisi alla fluorescenza X, con pressa ad alta pressione e pasticcatore in acciaio inox delle misure idonee all’apparecchiatura in uso.

 

 

 

 

 

X-RAY LABORATORY”

 

MANAGERS OF THE LABORATORY::

Doctor Elena Pecchioni 

Pierluigi Parrini 

 

 

DESCRPTION OF ACTIVITIES:

In X-ray Laboratory are performed mineralogical analyses with X-ray diffractometry of natural and artificial materials for the qualitative and semi-quantitative determination of crystalline phases and other physical characteristics, such as the crystallinity. Analysis is carried out of any crystalline material, in particular are analyzed:

- Minerals and rocks,
- Compounds asbestosis,
- Crystallinity of the silica,
- Glazing,
- Ceramics,
- Cement,
- Pharmaceuticals products,
- Slag,
- Bone specimens,
- Crystalline organic compounds.
- Particle size fraction > 2-4 microns, for the identification of clay minerals.
It 'still possible to analyze any other crystalline material.

 

Chemical analyzes are also carried out with the X-rays Spectrometer for fluorescence for dispersion wavelength. This allows to determine qualitatively and quantitatively the elementary chemical composition of different materials . Solid samples are usually powdered , homogenized (to maintain the statistical significance of the original sample ) and incorporated in tablets with support in boric acid. The amount necessary for each analysis of the fluorescence X is at least 1.5 grams of material . Consolidated routine for quantitative analysis of major elements and trace (use of appropriate calibration curves) of the rocks and for heavy metals in soils, are developed. Special methods for the analysis of compounds carbonate and gypsum were also developed. Major elements : Na Mg, Al, Si , P, K , C , Ti, Mn, Fetot (expressed in%). Trace elements : Nb, Zr , Y, Sr, Rb , Ce, Ba, La, Ni , Cr , Co , U, Th , Cu, Zn , Sn , Pb (expressed in ppm) . The Laboratory is equipped with a series of international standards for the necessary analytical procedures. .The laboratory is equipped for the preparation of samples for analysis at the fluorescence X , with high-pressure press and stainless steel pelletize of the appropriate measures to the equipment in use.

The laboratory deals with analysis on works of art (in collaboration with Opificio delle Pietre Dure di Firenze, Superintendences of Cultural Heritage, Italian and foreign universities, etc..), Collaboration with important Italian and foreign companies on the analysis of materials both environmental and technological , analysis of medical supplies with companies that deal in the workplace, pharmaceutical manufacturers and quality control, analysis of artificial materials (mortars and cements).

 

 

INSTRUMENTATION USED IN THE LABORATORY:

The X-ray Laboratory of the Department of Earth Sciences, University of Florence consists of:
1 - X-ray diffractometer for powders
Philips PW 1050/37, , operating with a Cu anode, a graphite monochromator and with a PANalytical X’Pert PRO data acquiring system;
2 - X-ray powder diffractometer Philips Model PW 1050/37
operating with a Cu anode, a graphite monochromator; with a PANalytical X’Pert HIGHSCORE data acquiring system;

3 - X-ray powder diffractometer Philips Model PW 1840/11 with anticathode copper

tube and a graphite monochromator, with paper record;

4 - X-ray fluorescence spectrometer Philips PW 1480 dispersion wavelength (tube rhodium), with automatic samples holder equipped with 99 loading positions.

 
ultimo aggiornamento: 18-Giu-2014
Unifi Home Page

Inizio pagina