Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DST Dipartimento di Scienze della Terra

Geochimica Isotopi Radiogenici

RESPONSABILE LABORATORIO:

Lorella Francalanci 

Simone Tommasini 

Riccardo Avanzinelli 

 

DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA'

Il laboratorio si occupa della determinazione di rapporti di isotopi radiogenici (Sr, Nd, Pb) tramite spettrometria di massa, e le principali attività di ricerca riguardano:

- Rischio vulcanico e tempi di residenza (es. variazioni composizionali ed isotopiche come indicatori dei cambiamenti dei sistemi vulcanici);

- Petrogenesi dei magmi (es. magmatismo italiano da calcoalcalino a ultrapotassico e relative sorgenti profonde);

- Geochimica ambientale (es. individuazione potenziali sorgenti di inquinamento);

- Agro-alimentare (es. terroir di produzione di prodotti di qualità);

- Paleontologia (es. determinazione paleo-habitat di vertebrati)

 

STRUMENTI IN DOTAZIONE PRESSO IL LABORATORIO:

Il laboratorio è costituito da un laboratorio di chimica fine (camera bianca) in “classe 1000” sovrappressurizzato (10 Pa) e condizionato termicamente (20°C) e da uno spettrometro di massa multicollettore a ionizzazione termica (TIMS), Triton-Ti della Thermofisher. Nel laboratorio di chimica fine è presente anche un microcampionatore (New-wave Micromill) che permette prelevamenti in situ di materiale con risoluzione di alcune decine di micron e viene utilizzato per la misura isotopica di minerali (o parti di essi), inclusioni vetrose, porzioni di reperti fossili (es. smalto e dentina in denti). Il laboratorio è utilizzato per la preparazione dei campioni e per la purificazione, tramite cromatografia a scambio ionico, degli elementi da analizzare ed è dotato di banchi di lavoro a flusso laminare in “classe 100” parzialmente aspirati che stabiliscono una barriera tra il campione e l'operatore al fine di minimizzare le possibili contaminazioni.

Lo spettrometro di massa Triton-Ti è equipaggiato con 9 collettori Faraday mobili, 1 moltiplicatore di elettroni (SEM) con filtro RPQplus (Retarding Potential Quadrupole) per la misura di segnali a bassa intensità. Il Triton-Ti possiede una torretta portacampioni con 21 posizioni, collettori con linearità estesa da 0 a 50V, un sistema che consente la “rotazione virtuale” degli amplificatori su ciascun collettore i Faraday, e un sistema di lenti elettromagnetiche addizionali (Zoom Optics) per assicurare la massima sovrapposizione dei picchi durante le analisi in modalità dinamica. Il magnete possiede una dispersione effettiva di 810 mm ed una differenza massima di massa del 16% che permette la misura di isotopi a intervalli di unità di massa per gli elementi dal Litio all’Uranio.

 

TARIFFARIO PRESTAZIONI ED ANALISI: 

Tariffario

 

FOTO:

 laboratorio di chimica fine

microcampionatore New-wave Micromill

spettrometro di massa Triton-Ti

 

GEOCHEMISTRY OF RADIOGENIC ISOTOPES LABORATORY” (GORILLA)

 

LABORATORY RESPONSIBLE:

Lorella Francalanci 

Simone Tommasini 

Riccardo Avanzinelli 

 

DESCRIPTION OF ACTIVITIES:

The activity of the laboratory is focused on the measurements of radiogenic isotope ratios (Sr, Nd, Pb) by mass spectrometry and the main research fields are:

- Volcanic hazard and magmatic timescales (eg. compositional and isotopic variations to monitor changes in the dynamics of active volcanic systems);

- Petrogenesis of magmas (eg. variations of the Italian magmatism from calc-alkaline to ultrapotassic and their mantle sources);

- Environmental geochemistry (eg. assessment of potential pullution sources);

- Food-chain (eg. geographic provenance of high-quality products of the food chain);

- Paleontology (eg. determination of paleo-habitat of vertebrates)

 

ANALYTICAL INSTRUMENTS:

The laboratory consists of (i) a overpressurised (10 Pa) and thermally conditioned (20 °C) clean lab (class 1000), and (ii) a thermal ionisation multi-collector mass spectrometer (TIMS) Triton-Ti, Thermofisher. A microdrilling device (New-wave Micromill) is also present in the clean lab to carry out in situ collection of <1 mg samples on minerals, glass inclusions, fossil specimens, etc. The clean lab is used for chromatographic separation of the elements of interest and is equipped with vertical laminar flow work-stations (class 100) to guarantee a low-blank working environment during sample preparation.

The Triton-Ti hosts 9 adjustable Faraday cups, a Secondary Electron Multiplier (SEM), and an ultra-high abundance sensitivity Retarding Potential Quadruple filter (RPQplus) located prior to the axial ion counter (SEM).

The sample wheel has 21 positions, the linearity of the collectors range from 0 to 50 V, and the connection system of amplifiers and Faraday cups is not fixed (Virtual Amplifi er). The dynamic Zoom Optics placed after the magnet, enables the user to slightly

change the dispersion of the mass analyser, thus ensuring maximum peak overlap and enhancing the precision attainable with multi-dynamic measurements.

The magnet has an effective dispersion of 810 mm and provides up to 16% mass dispersion. The laminated magnet allows fast peak jumping and the magnetic field can be adjusted in such a way to give a mass range from 1 to 280 a.m.u. when the high voltage is 10 kV.

 

ANALYTICAL COSTS: 

 

COSTS

 

 

 

PICTURES:

clean chemistry laboratory

laboratorio di chimica fine

microdrillind device New-wave Micromill

microcampionatore New-wave Micromill

mass spettrometer Triton-Ti

spettrometro di massa Triton-Ti

 
ultimo aggiornamento: 29-Apr-2014
Unifi Home Page

Inizio pagina